Vai al contenuto

Nel 2018 arriveranno nei supermercati gli insetti commestibili, ma gli Italiani non sembrano ancora pronti a questa novità.

Più che tarantole arrostite, vermi giganti e millepiedi affumicati, gli Italiani sembrano preferirne il consumo all'interno di altri prodotti, come le farine. Il 54% si schiera con un no categorico e quel 16% che si dice favorevole al consumo si riferisce agli insetti nei preparati, anziché interi.

L'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN) ha svolto diversi test di degustazione: c'è molta curiosità sull'argomento, ma prima di arrivare a consumare insetti arrostiti o stufati,c'è ancora molta strada da fare.

I piatti a base di insetti sono stati presentati in anteprima dalla Coldiretti,dove al Forum Internazionale dell'agricoltura a Cernobbio sono stati presentati la pasta all'uovo ai grilli, i millepiedi cinesi arrostiti, le tarantole del Laos arrostite e i vermi giganti della Thailandia.

E' una nuova frontiera alimentare, spinta anche dalla FAO, forte del fatto che oggi già due miliardi di persone si nutrono di insetti.

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Gli insetti potrebbero essere la nostra salvezza

Secondo uno studio della FAO,la popolazione terrestre aumenta velocemente; presto potrebbe toccare i nove miliardi e provocare gravi problemi di alimentazione.

Gli allevamenti che ci forniscono carne, già oggi sono molto dispendiosi: richiedono forti costi per l'utilizzo di acqua,energia elettrica, mangimi ed emettono grandi quantità di gas serra.

Il problema, preso in considerazione dalla FAO alcuni anni fa nel programma EDIBLE INSECTS, può trovare soluzione nella diffusione dell'entomologia.

Se si tiene conto che già oggi due miliardi di persone si nutrono di insetti, principalmente in Asia, Africa, America Centrale, e che gli insetti sono ricchi di proteine, acidi grassi essenziali, minerali, vitamina B, oltre ai costi allevamento nettamente più bassi, la strada sembra tracciata.

Attualmente la legislazione italiana non permette di allevare, trasformare e commercializzare insetti per l'alimentazione umana, ma dal 1 gennaio 2018 entrerà in vigore un nuovo regolamento europeo, che permetterà la libera commercializzazione in tutta Europa.

La svizzera,dal 1 agosto 2017, è stata la prima nazione europea a mettere in commercio gli insetti che si possono già trovare in vendita nei supermercati COOP, sotto forma di polpettine e burger. La curiosità ha portato i suoi effetti e in breve gli scaffali si sono svuotati.

Secondo un'indagine della Coldiretti solo il16% degli Italiani sarebbe favorevole al consumo di insetti tali e quali,mentre la percentuale aumenta se si considera l'uso di farine di insetti in aggiunta a prodotti di abituale consumo (crakers,biscotti..)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •