Vai al contenuto

 Grilli per uso alimentare

Tra le novità del 2018, c'è l'entrata in vigore del nuovo regolamento sul Novel Food e con esso l'ingresso sulle tavole degli Italiani degli insetti commestibili. La curiosità è davvero molta, negli ultimi tre giorni il traffico al sito è praticamente quadruplicato, spero possiate trovare informazioni utili per un panorama ancora tutto da esplorare; purtroppo la lista dei ristoranti che cucinano insetti è al momento vuota, ma viste le frequenti richieste di apertura di allevamento di insetti commestibili a breve forse potremo assaggiare il mitico scorpione al cioccolato made in italy.

Con l'arrivo del nuovo anno, colgo l'occasione per ricordare che ogni segnalazione e informazione riguardante gli insetti commestibili in Italia o all'estero è ben accetta, sia tra i post che nel forum al momento per la verità ancora un pò spoglio.

Stiamo preparando alcuni articoli sui rivenditori specializzati e su tecniche di allevamento di insetti commestibili, a breve saranno pronti!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  


La risposta a questa domanda non è tra le più banali. Se si vogliono comprare insetti da mangiare allevati sul territorio italiano, secondo normativa italiana, si dovrà aspettare il 1° di Gennaio. Dopo questa fatidica data infatti sarà approvato il nuovo regolamento europeo sul Novel Food ed anche in Italia sarà possibile mangiare insetti. Nel frattempo nulla vieta di ordinare online da ecommerce con sede in altri paesi europei o extraeuropei.  In questo sito, potete trovare una lista di alcuni tra i principali rivenditori di insetti commestibili, divisi per nazione, e per alcuni di loro c'è anche una breve recensione. Giungono voci che durante l'import di questi prodotti alimentari, alla frontiera italiana ci son stati dei blocchi, ma probabilmente la situazione diventerà più nitida a breve dopo la regolamentazione. Al momento moltissimi dei prodotti in commercio sono liofilizzati o sotto forma di farina, gli insetti vivi, pronti per la ristorazione al momento sono davvero introvabili e pochissimi in Italia possono offrire un prodotto del genere; per chi abitasse in Lombardia, la Svizzera è a due passi, nel territorio Elvetico esistono produttori di insetti commestibili tra cui Essento, presente anche con uno shop online.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tra circa 15 giorni, sarà possibile anche in Italia mangiare insetti commestibili. Le normative Europee in materia di Novel Food, saranno emanate e l'Italia si allineerà. Questo prima o poi, è molto difficile infatti pensare che direttamente dal 1° Gennaio del 2018 sarà possibile provare uno scorpione al cioccolato piuttosto che un tenebrio aglio e burro. E' ancora relativamente difficile per i ristoranti procurarsi degli insetti commestibili liofilizzati; devono infatti rifornirsene via web da negozi online presenti in Svizzera piuttosto che in Olanda o Belgio. Discorso completamente diverso va fatto per gli insetti commestibili freschi. Per questa categoria infatti la commercializzazione in Italia è pressoché inesistente. In italia non esistono ancora allevamenti di insetti commestibili, fatte rare eccezioni per veri e propri pionieri del genere, si dovrà aspettare probabilmente qualche mese per poter mangiare insetti made in italy. Nel frattempo, è immaginabile pensare che qualche ristoratore inizierà a presentare nel proprio menù alcuni insetti  commestibili deliberati da bruxelles, magari aiutandosi con spedizioni online. Nel frattempo, per non perdervi nessuna novità ed iniziare a pregustare queste rare prelibatezze, vi rimando alla sezione video, dove potrete appunto trovare molti video di insetti commestibili, in cui soprattutto in paesi orientali l'etmofagia è una pratica molto diffusa.

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Hanno il sapore di nocciolina, erba e mela verde, ma anche di peperoncino anice e patata fritta gli insetti, vivi crudi o cotti fanno parte della dieta tradizionale in circa 100 paesi del mondo La regina del pianeta è la Thailandia con ricette semplici curiose, millenarie: insalata di formiche rosse speziate, grilli saltati in padella con salsa di soia, millepiedi alla griglia e per dessert, cioccolatini di insetti accompagnati da vodka allo scorpione. In Cina nell'elenco dei cibi di strada più antichi e popolari spicano gli scarafaggi arrosto gratinati. In India trionfano le cimici al gusto di cannella e i bachi da seta apprezzati a tal punto da rendere secondaria la produzione della preziosa fibra tessile. La proposta tipica dell'America Latina è la frittura di farfalle provenienti dai palmeti della Guyana Francese. Ma per entrare in contatto con la cultura messicana imperdibili sono le ciapulines cavallette saltate in padella con aglio peperoncino e lime. Tra i piatti tradizionali anche il piccante camoles, basato su uova di formica nera gigante, il così detto caviale messicano. Immancabile a tavola la bottiglia di mescal, un distillato aromatizzato con larva di coleottero. In Australia il croccante Whicetty Grub, un grosso bruco dal gusto di mandorla, viene consumato dopo essere stato scottato sul carbone. In Nuova Zelandia invece è lo scarafaggio Yu Yu Grab a diffondersi come prelibato spuntino. Tra gli snack preferiti in Sud Africa, le cimici dal sapore di iodio e  cannella, decapitate bollite essicate, ma la vera specialità si chiama Mopana Worms, larve di falena fresche o in salamoioa. Amata nello Zimbawe è la bistecca di coccodrillo servita con un contorno di bruchi alla griglia soprannominati gamberetti africani. Gli insetti si mangiano anche in alcuni stati europei, L'Olanda propone barrette energetiche di cioccolato e cavallette, il Belgio aperitivi a base di vermi aromatizzati alla paprika e al curry; la Danimarca menù stellati arricchiti di spolverate di formiche crude. Ma la vera prelibatezza si annida in Giappone tra croccanti api e zazamushi alla soia spuntano loro, le larve e le pupe del calabrone gigante asiatico ovvero la vespa mandarinha mangiate fritte o crude come invitanti sashimi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il santo patrono delle caramelle con gli insetti è un certo Larry Peterman.
Peterman ha fondato HOTLIX, autoproclamatosi "l'originale creatore di dolci commestibili con insetti" negli Stati Uniti, 35 anni fa a Pismo Beach, in California. Le sue origini erano umili, così come il suo prodotto principale: un verme di farina al sapore di tequila senza alcool.

Da allora, Peterman ha trasformato HOTLIX in una compagnia di 49 persone e ora ha un ampio catalogo di insetti da mangiare. HOTLIX vende tutto ciò che ogni ghiotto desideroso di provare parassiti può immaginare: un Dessert allo Scorpione ricoperto di cioccolato; una tavolozza di grilli ; caramelle di formiche con "Real Black Ants" al sapore di ciliegia o mela.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dagli anni cinquanta in poi,il boom economico italiano ha visto molti cambiamenti nelle abitudini di vita dei cittadini,comprese quelle alimentari.

Dai piccoli allevamenti a carattere familiare, per rispondere a una legge di mercato sempre più esigente,si è passati agli allevamenti intensivi: bovini,suini, avicoli, conigli,stipati in stalle e capannoni,allineati l'uno accanto all'altro, in spazi strettissimi, impossibilitati a muoversi.

I consumi di questi allevamenti hanno costi enormi, in relazione ad acqua, energia elettrica,inquinamento prodotto. Questa situazione non può durare all'infinito ed è necessario correre ai ripari, proporre un cambiamento.

Ci sono anche altre ragioni etiche da considerare: i trasporti avvengono molte volte su camion dove sono ammassati animali in condizioni igieniche precarie, se non disastrose,sottoposti a trasferimenti estenuanti, sotto il sole cocente d'estate,senza acqua, o nel gelo dell'inverno.

Anche i metodi di soppressione lasciano spesso a desiderare; talvolta nei macelli non si seguono le regole di legge e gli animali sopportano lunghe e dolorose agonie.

Consumare insetti può essere la soluzione a questa situazione,che non può reggere ancora a lungo. Più che altro il nostro rifiuto è un disagio psicologico, che a poco a poco dobbiamo vincere, se veramente vogliamo che le cose cambino.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 2018 è ormai alle porte, e con lui arriveranno anche gli insetti sulle nostre tavole, ebbene si, la UE ha dato il via libero per la produzione e commercializzazione di insetti commestibili da portare sulle nostre tavole, nella normativa relativa al Novel Food.
Se non siete abituati a mangiare grilli, formiche e tartantole, è bene allora che iniziate a sincronizzare i vostri orologi per il count-down.
Già durante l'expo del 2015 a Milano è stato possibile avere un vero e proprio assaggio delle tematiche relative agli insetti da pasto. Nonostante sia una vera e grossa novità per il mondo occidentale non è così in moltissime altre culture e per quasi 2 miliardi di persone, dove è la norma cibarsi di cavallette, vermi fritti o scorpioni al cioccolato. In Svizzera hanno già da qualche tempo dato il nulla osta per la commercializzazione ed infatti negli scaffali della coop si possono già trovare barrette di insetti, polpette o burger.
Che dire, se siete incuriositi da questa grande novità alimentare, è arrivato il momento di iniziare almeno ad informarsi per non arrivare completamente impreparati all'appuntamento!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La prima degustazione autorizzata di  prodotti a base di insetti in Italia, è avvenuta all' EXPO MILANO il 15 settembre 2015,presso il padiglione del Belgio, dove sono stati serviti fusilli alle larve di farina con pesto ai vermetti.

Durante il Salone dl Gusto a Torino sono state presentate le criskelle, un prodotto realizzato da una start-app di Torino, la ADDENTO; si tratta di una specie di craker, aromatizzato in tre gusti,sesamo, rosmarino, peperoncino, a base di farina di grillo, la stessa con cui si possono impastare anche pane e focacce. Il gusto richiama i prodotti da forno tradizionali, con un lieve retrogusto di crostacei.

Durante il Salone moltissime persone si sono interessate al prodotto, non solo per curiosità, ma anche attivate dal desiderio di migliorare l'attuale produzione/consumo alimentare: per produrre un chilo di carne di manzo occorrono 15 mila litri di acqua; per avere la stessa resa proteica, i grilli ne necessitano l'1%.

Il procedimento per realizzare la farina di grillo non è difficile: i grilli vengono essiccati a freddo e polverizzati con un sistema di pressione.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ELENCO RIVENDITORI DI INSETTI COMMESTIBILI DA COMPRARE ONLINE ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Italia
Insetti Commestibili 

Svizzera
Essento
Negozio della Coop in Svizzera
Polpette di Insetto, Barrette di Insetto, Burger di Insetto
Insekten-shop
GourmetBugs

Francia
Insects Comestibles
Gryo Bars
Insectement Votre
Insecteo
Jiminis
Kinjao
Multivores 
Micronutris

Regno Unito
Eat Grub 
Crunchy Critters
Nuku
21Bites
Next-Food

Belgio
Little Food
Sexy Food

Germania
Snak Insects 
Micronutris
Insektenlutscher

Olanda
Delibugs

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •